Site Overlay

15 famosi punti di riferimento della Turchia per pianificare i tuoi viaggi! 🇹🇷

La Turchia è una delle destinazioni di viaggio più ambite al mondo, una nazione diversificata e ricca di cultura, paesaggi epici, cibo incredibile e storia. Così tanta storia!

La Turchia conserva ancora molti tesori delle civiltà della storia che sono sorte, cadute, conquistate o hanno lasciato il suo territorio – tra cui l’Impero Bizantino, Selgiuchide e Ottomano.

Grazie al cielo oggi, le cose sono un po’ più tranquille dopo la formazione della Repubblica di Turchia nel 1922 – ma i gioielli architettonici ereditati dall’Antica Turchia rimangono per i turisti da ammirare. Per non parlare dell’abbondanza di delizie più moderne e di paesaggi naturali divini.

Ci sono così tanti posti da visitare in Turchia; si potrebbe passare una vita intera ad esplorare le sue ricchezze e solo grattare la superficie. Ecco perché abbiamo sviluppato questa scheda per aiutarvi nei vostri viaggi.

Famosi punti di riferimento della Turchia

Ma prima – cos’è un punto di riferimento?

Un punto di riferimento ̬ una caratteristica naturale o artificiale riconoscibile che tipicamente si distingue dal suo ambiente ed ̬ diventata un simbolo locale o nazionale. Per i turisti moderni, un punto di riferimento ̬ utile per la navigazione Рin termini di un waypoint fisico e cercando di aiutarti a organizzare il tuo itinerario.

Andare fuori dai sentieri battuti va bene, ma alla fine della giornata – ci sono alcuni luoghi che devi solo vedere quando visiti un paese. Pensate al centro di controllo della missione Apollo in Texas o al Cervino in Svizzera. Luoghi così famosi che sarebbe quasi inconcepibile saltare tali punti….e perché dovresti volerlo fare?

Famosi punti di riferimento della Turchia

Quando ti avvicini a un viaggio nella terra dei bazar, dei tappeti e del baklava, vorrai spuntare quanti più famosi punti di riferimento turchi puoi – e il modo migliore per farlo è spesso volando, noleggiando un’auto, o facendo un tour.

La Turchia è il 37° paese più grande del mondo in termini di superficie, ha tre grandi coste, sette regioni geografiche e una popolazione di 83 milioni di abitanti. Non dovrebbe quindi sorprendere che ci sia molto da esplorare in Turchia… e nessuna lista di famosi punti di riferimento turchi potrebbe mai essere esaustiva. Ma, abbiamo cercato di ottenere i punti salienti chiamando i nostri pochi blogger di viaggio – e chiedendo loro di parlarci dei loro preferiti.

In questo modo, hai un ragionevole quadro di riferimento per ispirare i tuoi viaggi in Turchia dove puoi sceglierne alcuni che non puoi assolutamente perdere… o stiparne il più possibile in un solo viaggio.

Se pianifichi bene e hai abbastanza tempo, potresti colpirli tutti – oltre a scoprire molti altri punti salienti della Turchia mentre lo fai!

Punti di riferimento famosi della Turchia

ANZAC Cove

Il significato di ANZAC Cove per gli australiani è difficile da spiegare ad altri che non sono cresciuti imparando le storie della prima guerra mondiale e la battaglia di Gallipoli. Il sito, che prende il nome dal Corpo d’Armata Australiano e Neozelandese, è il luogo in cui l’ANZAC e le forze alleate invasero la penisola di Gallipoli nel 1915. In un periodo di otto mesi, oltre 100.000 soldati morirono e 500.000 furono feriti tra le forze alleate e turche.

Mentre l’obiettivo finale era quello di controllare i Dardanelli ed eventualmente catturare Costantinopoli (l’odierna Istanbul), la campagna riuscì a malapena a superare le spiagge dello sbarco iniziale. All’arrivo, vedrai subito il terreno scosceso e la fitta vegetazione che circonda la costa e che avrebbe reso i combattimenti incredibilmente difficili.

Nonostante il fallimento della campagna, questi eventi hanno plasmato l’identità nazionale dell’Australia e della Nuova Zelanda e continuano ad essere celebrati ogni anno fino ad oggi nell’anniversario di questo sbarco (25 aprile.

Visitare i luoghi dove si sono svolte le battaglie e le spiagge dove tanti sono stati uccisi è stata un’esperienza molto commovente per me personalmente, e sono sicuro che è un sentimento che tocca tutti coloro che vagano su questi terreni ogni giorno.

Si trovano grandi memoriali e cimiteri in ognuno dei campi di battaglia e anche sparsi sul lungomare. È un’esperienza cupa dove il silenzio e l’auto-riflessione prendono il sopravvento.

C’è un sito che mi è rimasto impresso nella mente: la citazione di Ataturk sul Memoriale di Ari Burnu. Leggerla mi ha scosso un po’ dalla prospettiva australiana e mi ha aiutato ad apprezzare il lato turco delle cose mentre esploravamo il resto del sito.

“Quegli eroi che hanno versato il loro sangue e perso le loro vite… Ora giacciono sul suolo di un paese amico. Perciò riposate in pace. Non c’è differenza tra i Johnnies e i Mehmets per noi dove giacciono fianco a fianco qui in questo nostro paese … Voi, madri che avete mandato i loro figli da paesi lontani, asciugate le vostre lacrime; i vostri figli giacciono ora nel nostro petto e sono in pace. Dopo aver perso la vita su questa terra, sono diventati anche i nostri figli.”

Per la maggior parte dei visitatori, consiglio una gita di un giorno a Gallipoli da Istanbul. Sarà una giornata lunga, ma senza problemi, e significherà avere una guida turistica per condividere un po’ di storia più profonda ad ogni fermata.

Se viaggiassi più giù lungo la costa occidentale della Turchia, allora potrebbe essere necessaria una sosta notturna a Eceabat o Canakkale. Basta notare che Canakkale è dall’altra parte dei Dardanelli ed è accessibile solo in traghetto.

Esplorato da James di Teamajtravels.com

Famosi punti di riferimento della Turchia - ANZAC Cove

Mausoleo di Ataturk

Se ti capita di viaggiare nella capitale della Turchia, una delle cose da fare ad Ankara è visitare il mausoleo di Ataturk chiamato Anitkabir. Questo famoso punto di riferimento in Turchia, letteralmente tradotto come “tomba commemorativa”, è dedicato alla vita e alle gesta di Mustafa Kemal Ataturk, il fondatore della Repubblica di Turchia. È stato anche raffigurato su varie banconote tra il 1966-1987 e il 1997-2009.

Il mausoleo è enorme, con quattro parti principali: la Piazza delle Cerimonie, la Strada dei Leoni, il Parco della Pace e la Sala d’Onore. L’ingresso del monumento segue un percorso pedonale lungo 262 metri, fiancheggiato da dodici coppie di leoni su entrambi i lati. Questi leoni seduti rappresentano 24 Trippe turche Oghuz, così come la pace e il potere. La piazza delle cerimonie è l’area principale per esplorare il mausoleo. Progettata per ospitare circa 15.000 persone, quest’area lunga 129 metri presenta 373 modelli di carpe turche.

La tomba di Ataturk si trova nella Sala d’Onore, simbolo iconico di Anitkabir, ornata da colonne che si alzano a 14,4 metri di altezza. Infine, il Parco della Pace ospita circa 50.000 fiori decorativi, alberi e arbusti donati da circa 25 paesi.

Il Museo Anitkabir Ataturk espone i suoi cimeli a partire dal suo certificato di nascita fino alla sua morte. L’enorme collezione di oggetti, libri, vestiti, dipinti e persino la sua Cadillac del 1936 vi lascerà senza parole. La disposizione del museo è ben pensata perché si segue la vita e le riforme di Ataturk cronologicamente senza perdere nulla.

Oltre ad Ataturk, Anitkabir è anche la casa del secondo presidente della Turchia Ismet Inonu dal 1973. Il suo luogo di sepoltura si trova di fronte al mausoleo, appoggiato sul lato opposto della Piazza delle Cerimonie.

Esplorato da Baia di Red Fedora Diary

Famosi punti di riferimento della Turchia - Mausoleo Ataturk

Grand Bazaar

Molte persone pensano che sia solo per lo shopping, ma la parte più interessante di questo Bazaar o mercato è che ha 500 anni e uno stile antico di mercato.

Il Gran Bazar è un ottimo posto per acquistare souvenir turchi e prodotti artigianali a Istanbul e ha una grande arena commerciale coperta dove si può vedere l’antico stile di marketing e le abilità commerciali e come il commercio era fiorente anche nei tempi antichi. Il Gran Bazar rappresenta il mercato storico e come i commercianti facevano affari. Istanbul è una città bi-continentale; quindi, era un grande punto di scambio tra l’ovest e l’est.

L’architettura del Gran Bazar è molto interessante perché è enorme, e i negozi sono disposti come un labirinto e con un display di opere d’arte colorate e prodotti locali della Turchia. Non solo lo shopping, ma qui si possono ammirare le pareti piastrellate, i tetti, i soffitti, i pilastri. Il negozio continua a darvi il benvenuto nei modi tradizionali turchi, e anche se lo shopping non è la vostra passione, il Gran Bazar è ancora un must-visita durante il tour di Istanbul.

L’artigianato, tessuti, prodotti alimentari, gioielli venduti qui danno un assaggio delle tradizioni locali e stili di vita. È aperto dalle 9:00 alle 19:00. È convenientemente situato nella zona storica di Istanbul e può essere raggiunto direttamente attraverso il Tram T1 e gli autobus pubblici.

Ci sono molti hotel situati a distanza percorribile a piedi dal Grand Bazaar se si preferisce rimanere nella zona storica e antica di Istanbul, Turchia.

Suggerito da Yukti Agrawal di Travel With Me 247

luoghi da visitare in Turchia - Grand Bazaar

Camini delle fate di Göreme

I “camini delle fate” sono intriganti formazioni rocciose situate nella regione della Cappadocia in Turchia – la città di Göreme in particolare ha molte di queste affascinanti opere d’arte geologiche. Sono un sito da aggiungere a qualsiasi itinerario della Cappadocia!

Mentre il nome “camino delle fate” implica che qualcosa di mistico abbia avuto la sua mano nella loro creazione, la verità è che sono il risultato dell’erosione e sono scolpite dal vento e dalle acque alluvionali che scendono lungo i pendii delle valli.

Durante il IV secolo, quando i cristiani perseguitati si rifugiarono a Göreme, costruirono persino case, chiese, stalle e magazzini con questi “camini delle fate”. Questo perché la roccia è così morbida e facile da scolpire.

Oggi queste abitazioni sono un’affascinante destinazione turistica e alcune di esse sono state trasformate in boutique hotel. Il Sultan Cave Suites è un hotel particolarmente famoso per le sue camere in grotta e la sua terrazza sul tetto, che si affaccia sui camini delle fate di Göreme. Da questa terrazza, se il tempo lo permette, si possono anche osservare le mongolfiere che salgono magicamente su Göreme ogni mattina.

Ci sono molti modi per vedere e vivere i camini delle fate in Cappadocia! Si possono facilmente vedere molti camini delle fate a pochi passi dagli hotel di Göreme. Ci sono anche tour che ti portano attraverso le diverse valli piene di camini, come i tour in quad e a cavallo. L’esperienza più famosa, però, è quella di fare un giro in mongolfiera sopra i camini delle fate all’alba.

Un’altra opzione per vedere una grande varietà di camini delle fate è fare il “Red Tour”, che è un tour della parte settentrionale della Cappadocia. (Ci sono tre tour principali da fare in Cappadocia – Tour Rosso, Tour Verde e Tour Blu).

Esplorato da Lindsey di Have Clothes, Will Travel

luoghi da visitare in Turchia - Göreme Fairy Chimneys

Hagia Sophia

La Hagia Sophia, chiamata anche Chiesa della Santa Saggezza o Chiesa della Divina Sapienza, è un’influente struttura bizantina a Istanbul e uno dei punti di riferimento più famosi al mondo.

Stabilito sotto la guida dell’imperatore bizantino Giustiniano I (532-537) come chiesa cristiana nel VI secolo d.C., La costruzione ha spesso rappresentato l’insieme delle credenze e delle pratiche predominanti della città in quell’epoca, con le incisioni e i minareti dell’Islam e anche i lussuosi mosaici del cristianesimo.

Hagia Sophia fu costruita in un periodo estremamente breve di circa sette anni e fu finita nel 537 d.C. Non comune per l’epoca, gli architetti dell’edificio, Anthemius of Tralles e Isidorus of Miletus, sono ancora noti, così come l’abile uso della meccanica e dei concetti matematici.

Hagia Sophia incorpora in modo del tutto non convenzionale una basilica lineare e una struttura centrale, una larga cupola di 105 piedi con supporto ad arco curvo e due cupole più piccole, una su ogni lato in direzione assiale. La struttura unica è quasi quadrata nella forma, e lo stile bizantino ha ispirato molti edifici nei secoli successivi, tra cui il punto di riferimento Panagia Ekatontapiliani in Grecia e molte altre moschee a Istanbul.

I mosaici originali che raffigurano Gesù, sua madre Maria, i santi cristiani e gli angeli furono distrutti o intonacati dopo la caduta di Costantinopoli all’Impero Ottomano nel 1453, e l’edificio fu convertito in una moschea da Mehmed il Conquistatore. Questa conversione piuttosto che la distruzione parla della pura meraviglia dell’edificio. Fu la moschea principale di Istanbul dalla sua conversione originale fino al 1616, quando la vicina Moschea del Sultano Ahmed, chiamata anche Moschea Blu, fu stabilita.

Il complesso resistette come moschea fino al 1931, quando fu chiuso per quattro anni al pubblico. Poi nel 1935, ha aperto come un museo gestito dalla laica Repubblica di Turchia, anche se nel 2020, è stato riclassificato come moschea in una mossa che ha invocato il rimprovero dell’opposizione turca, dell’UNESCO, del Consiglio Mondiale delle Chiese, dell’Associazione Internazionale di Studi Bizantini, e di molti leader globali.

Mentre questa mossa riflette un più ampio spostamento verso la creazione di uno stato religioso fondamentalista in Turchia, per ora, Gay Istanbul e la Turchia, in generale, rimangono relativamente aperte ai visitatori queer. Quanto a lungo il secolarismo e la democrazia liberale possano sopravvivere qui, tuttavia, non è noto.

Esplorato da Jack di Queer In The World

luoghi da visitare in Turchia - Hagia Sophia

Spiaggia di Kaputas

La Turchia è piena di belle spiagge, ma una delle più famose è quella di Kaputas. Situata sulla costa mediterranea, Kaputas è una delle spiagge più pittoresche della Turchia.

È stata formata da una gola che si apre in una distesa di sabbia. L’acqua che la circonda è di un vibrante colore turchese ed è perfetta per nuotarci dentro. È un ottimo modo per rinfrescarsi dalla calura estiva. Ci sono strutture sulla spiaggia, compresi i bagni e un ristorante sulla spiaggia. Per pochi dollari, è possibile noleggiare una sedia e un ombrellone, che sono già allestiti lungo la spiaggia.

Il modo migliore per visitare la spiaggia di Kaputas è in auto, dato che la strada lungo la costa, fa un bellissimo viaggio su strada. Se si guida, è una buona idea arrivare presto perché la spiaggia è popolare e il parcheggio è limitato. Se non avete la vostra auto, potete prendere uno dei mini-bus dalla stazione degli autobus di Kas. L’autobus vi lascerà al parcheggio.

La cima è il posto migliore per ottenere foto della spiaggia, e da lì c’è una grande scala per scendere giù alla spiaggia. La spiaggia di Kaputas è un ottimo posto per trascorrere la giornata mentre si visita la Turchia!

Esplorato da Lora di Explore with Lora

luoghi da visitare in Turchia - Spiaggia di Kaputas

Cascate di Manavgat

Le cascate di Manavgat non sono la prima cosa che viene in mente quando si pensa alla Turchia. Ma è certamente una delle attrazioni da visitare se si viaggia nella regione di Antalya. Le cascate e il suo delta sono noti per trasmettere la ricchezza della natura, rendendo grande la fotografia e un paio d’ore di relax nel grembo della natura.

Le cascate di Manavgat si trovano a 80 km da Antalya, vicino all’antica città di Side. Le cascate sono formate dalle pendici del monte Seytan, che fa parte della montagna Taurus. Le acque scorrono attraverso stretti canali di montagne, foreste e canyon, formando un lago artificiale nella diga di Olympinar. Da lì, l’acqua continua a scorrere per altri 4 km prima di creare le magnifiche cascate di Manavgat.

Anche se l’altezza delle cascate non è così impressionante, la sua ampia larghezza e l’intero paesaggio ne fanno una scelta irresistibile nella regione.

La cascata di Manavgat è anche un’ottima scelta per un picnic, e mentre è possibile nuotare nel fiume, bisogna sapere in anticipo che le acque sono gelide. Eppure, quanto spesso si ha la possibilità di nuotare in un famoso punto di riferimento della Turchia? C’è anche un giardino del tè e molti punti d’ombra e di osservazione intorno alle cascate. In alternativa, puoi scegliere di fare una crociera in barca di tre ore, che ti porta attraverso il fiume Manavgat, visitando le cascate. O semplicemente immergersi nel sole e godersi la natura circostante.

Anche se c’è la possibilità di fare un tour alle cascate, ci è sembrato un po’ costoso, e ci siamo goduti il tempo che abbiamo avuto alle cascate dato che abbiamo scelto di andare in modo indipendente. C’è un ampio parcheggio a pagamento disponibile e una toilette a pagamento (non molto pulita) in loco.

Il sito è completamente commercializzato con alcuni negozi di souvenir intorno alle cascate, ma tendono ad avere prezzi eccessivi. Inoltre, fate attenzione ai fotografi che hanno pappagalli in cattività, e chiediamo ai lettori di evitarli completamente.

Esplorato da Anu di Country Hopping Couple

luoghi da visitare in Turchia - Cascate di Manavgat

Pamukkale

Situata nel sud-ovest della Turchia, Pamukkale è una meraviglia naturale famosa per i suoi travertini bianchi brillanti. Conosciuto come il “castello di cotone” della Turchia, i travertini, o terrazze, sono stati formati da secoli di acqua ricca di minerali che scorre sulle sue scogliere.

Le terrazze mozzafiato sono piene di piscine color acquamarina, che non solo sono divertenti per sguazzare, ma si dice che facciano anche bene. Assicuratevi di indossare il vostro costume da bagno sotto i vestiti, e un paio di sandali facili da infilare e togliere perché le scarpe non sono permesse sui travertini.

Una delle cose che rendono Pamukkale speciale, e un punto culminante per me, è che i travertini si trovano sotto Hierapolis, un’antica città romana. Fondata nel 190 a.C., questo sito patrimonio mondiale dell’UNESCO si estende per più di 2 chilometri e presenta una necropoli con tombe, un teatro ben conservato e l’imperdibile piscina di Cleopatra. Questa piscina termale è perfetta per immergersi dopo aver scalato i travertini. La parte davvero divertente è che si può nuotare tra antiche colonne cadute nella piscina secoli fa durante un terremoto.

Pamukkale è diversa da qualsiasi altra parte del mondo, e la gente viene a fare il bagno nelle piscine termali da mille anni. Oggi non è diverso, con visitatori che arrivano da tutto il mondo per vedere questa meraviglia naturale. La maggior parte delle persone la visita in giornata da Denizli, ma io consiglio di pernottare nel villaggio di Pamukkale in modo da poter guardare il tramonto sui travertini. È da non perdere!

Esplorato da Audrey Chalmers di Gumnuts Abroad

Cose da fare in Turchia - Pamukkale

Ruini di Afrodisias

Se ti piacciono i siti storici dell’UNESCO, allora una visita ad Afrodisias in Anatolia è un must. Questo sito UNESCO ben conservato e intatto è pieno di splendide rovine in questa piccola città greca che sono dedicate al dio Afrodite, la dea greca dell’amore.

Nata originariamente come città ellenistica, è passata all’occupazione romana con cave nelle vicinanze per creare queste monumentali meraviglie architettoniche. Puoi iscriverti a una visita guidata o fare il tuo tour fai da te con cartelli e informazioni facili da seguire e leggere in inglese.

Il tempio in rovina di Afrodite è stato riconvertito in una basilica e include molti cimeli cristiani come croci e grandi insegne cristiane sparse intorno alle rovine. È possibile visitare il meraviglioso museo annesso, che contiene molte delle sculture intatte e altri manufatti ben conservati che vale la pena vedere di persona.

A causa della sua posizione remota, Aphrodisias è sopravvissuta molti secoli senza essere disturbata con un sacco di magnifiche sculture, manufatti e splendidi edifici e altri siti storici da visitare intorno all’intero complesso. Ti piacerà visitare Afrodisia per le sue rovine più estese rispetto all’altro sito storico di Efeso sulla costa occidentale della Turchia a Selcuk.

Esplorato da Noel di This Hawaii Life

Cose da fare in Turchia - Rovine di Afrodisias

Moschea del Sultano Ahmed

La Moschea del Sultano Ahmed, o comunemente conosciuta come la Moschea Blu, è un punto di riferimento della più grande città della Turchia, Istanbul. Situata nel centro storico della città presso il Corno d’Oro, la Moschea Blu e la Basilica di Santa Sofia sono due edifici sorprendenti che dominano lo skyline di Istanbul e si fronteggiano in due colori distintamente diversi.

Nonostante le loro somiglianze, la Moschea Blu è circa 1.000 anni più giovane di Hagia Sophia. La moschea fu iniziata dal sultano Ahmed I, all’età di 19 anni. La moschea impiegò solo sette anni per essere costruita e completata nel 1616; ironicamente, il sultano Ahmed morì un anno dopo all’età di 27 anni.

Mentre i visitatori possono percepire un accenno di blu dall’aspetto esterno, è probabilmente chiamata la moschea blu a causa delle impressionanti 20.000 piastrelle blu che rivestono il suo alto soffitto all’interno. Le piastrelle creano fiori, alberi e motivi geometrici, ed è un manifesto del design di Iznik del XVI secolo.

La Moschea funziona ancora come moschea fino ad oggi, e ciò che la distingue dalle altre è il numero di minareti che sono costruiti. Tradizionalmente, le moschee hanno uno, due o quattro minareti, e la Moschea Blu è un raro esempio che ha sei minareti costruiti intorno alla sua cupola gigante. È interessante notare che potrebbe essere stato un malinteso che quando il Sultano ordinò di costruire minareti d’oro (altin), l’architetto fece un errore e pensò che ci fossero da costruire sei minareti (alti).

All’epoca, ciò suscitò polemiche perché anche la Moschea Haram alla Mecca, la Moschea più santa del mondo, ha sei minareti, e il Sultano dovette mandare il suo architetto alla Mecca e aggiungere un settimo minareto alla Moschea Haram per risolvere la questione.

Esplorato da Kenny di Knycx Journeying

Cose da fare in Turchia - Moschea del Sultano Ahmed

Il Grande Teatro Ellenistico di Efeso

Efeso è una città greco-romana che risale al X secolo a.C. Il Grande Teatro di Efeso fu originariamente costruito durante il periodo ellenistico (323 a.C. – 31 a.C.) e fu rimodellato più volte durante il periodo romano (27 a.C. – 476 d.C.).

Alcuni credono che questo teatro risalga al X secolo a.C., ma non ci sono prove archeologiche che sia esistito prima del 100 a.C. Il Grande Teatro di Efeso era usato come un forum pubblico per tutti i tipi di eventi; eventi religiosi, eventi politici, concerti e anche lotte di gladiatori. Ci sono voluti 60 anni per costruire il teatro, ed è così ben conservato che ancora oggi vi si svolgono eventi e concerti.

Il Grande Teatro è costruito sul fianco della montagna del Monte Pion e ha una capacità di 25.000 posti, il che lo rende il più grande teatro dell’Asia Minore. Per molti studiosi biblici, questo teatro è una destinazione sacra a causa del suo significato biblico. Il Grande Teatro è menzionato più volte nella Bibbia, in quanto è il luogo in cui Paolo predicò contro i pagani e fu il luogo di una rivolta contro Paolo nel 56 d.C. Efeso si trova vicino al Mar Egeo ed è più facilmente raggiungibile volando a Izmir, in Turchia, e guidando per 45 minuti fino a Efeso.

I molti tour a piedi di Efeso includono fermate a questo incredibile teatro, così come altri punti di riferimento storici, tra cui la Biblioteca di Celso. Camminare per le strade di Efeso è come essere trasportati indietro nel tempo.

Esplorato da Rachel & Clark di Seeking Our Someday

attrazioni turistiche della Turchia - Il Grande Teatro Ellenistico di Efeso

Il Mausoleo di Mevlana Rumi

Jalal ud Din Muhammad Rumi o Mevlana Rumi è il mago del romanticismo antico e la sua poesia ha una presa sul sufismo che non ha paragoni. La sua opera è stata tradotta in quasi tutte le principali lingue del mondo. Ha ispirato tutte le culture del Medio Oriente e dell’Asia meridionale.

Il suo mausoleo è il santuario più visitato di tutta la Turchia, con milioni di persone che accorrono per sperimentare la sua presenza nei loro cuori. È il secondo sito più visitato del paese dopo il palazzo Topkapi.

Questo magico mausoleo si trova a Konya, che può essere facilmente raggiunto in autobus o in treno da diverse parti del paese. Da Istanbul, potete prendere un treno che vi porterà ad Antalya attraverso la bellissima vastità di Antalya. Da Izmir, si può prendere un treno notturno. Gli autobus sono ugualmente frequenti e comodi e più economici.

Konya è forse la città culturalmente più conservatrice della Turchia, ma la gente del posto è abituata ai turisti e ai pazzi che arrivano a frotte per trovare una piccola treccia di pace nei loro cuori ai piedi di Rumi.Questo non è solo il luogo dove Rumi partì ma anche dove incontrò il suo maestro spirituale, Shams Tabrezi. Potresti non sapere chi è, ma se hai letto le poesie di Rumi, lui danza attraverso quelle parole nella tua mente.

A Konya, non hai bisogno di molte indicazioni per arrivare al mausoleo; ogni bambino, uomo e donna può guidarti ad occhi chiusi senza alcuna barriera linguistica basta dire le parole magiche ‘Mevlana Rumi.’

Non è solo un altro bellissimo edificio con un’architettura a cupola in stile turco e un’abbondanza di colori che ti portano nel mondo di bellezza che Rumi ha descritto così bene; è un luogo dove il tuo cuore si siede nella quiete mentre danza intorno alle nozioni di amore e umanità. Proprio come i dervisci turbinanti durante il Samaa (una pratica meditativa durante la quale i dervisci turbinano per entrare in uno stato di trance meditativa).

Le due cupole principali sono circondate da cupole più piccole, e il minareto ha un cugino più piccolo in turchese, che è un’altra cupola cilindrica (un po’ come quelle delle cattedrali ortodosse). Ci sono alcune tombe all’interno, ma la tomba principale e più prominente appartiene a Mevlana Rumi con i suoi versi scritti tutto intorno.

Ogni anno, dal 10 al 17 dicembre, si svolge a Konya un festival annuale con dervisci turbinanti per celebrare l’incontro di Rumi con il suo amante.

L’ingresso al mausoleo è gratuito, ma bisogna vestirsi in modo appropriato, e se si viene per le feste annuali dei dervisci, bisogna prenotare mesi in anticipo o pagare un posto molto pesante per qualsiasi stanza. Visitare Rumi senza il testo del Masnavi (la sua opera poetica) è un peccato; prendete la vostra copia o leggete online prima. Apprezzerete le idee che ancora riverberano in milioni di cuori attraverso le parole di Rumi.

Vi lascio con il mio verso preferito di Rumi, “Non accontentatevi delle storie, di come sono andate le cose con gli altri. Svela il tuo mito”.

Esplorato da Ucman Scher di Brownboytravels

attrazioni turistiche della Turchia - Il mausoleo di Mevlana Rumi

Palazzo Topkapi

Uno dei punti di riferimento più famosi della Turchia è il Palazzo Topkapi. Questa dimora è ora un museo, ma una volta era la residenza principale e il quartier generale dei sultani ottomani che governavano il grande e ricco impero ottomano.

La costruzione del palazzo iniziò già nel 1459, ma la struttura attuale è il risultato di continui ampliamenti e ristrutturazioni. È sopravvissuto a un grande terremoto nel 1509 e a un grande incendio nel 1665, quando il palazzo Topkapi era nei suoi giorni di gloria.

Il complesso comprende non meno di quattro cortili principali, giardini, padiglioni e porte impressionanti. Inoltre, c’è un harem separato per i membri femminili della famiglia dei sultani, una grande cucina di palazzo e una sala delle udienze. Ci sono centinaia di stanze, e la maggior parte di esse sono splendidamente decorate con piastrelle colorate.

Il museo include solo le stanze più importanti e più belle. Tuttavia, una visita al palazzo Topkapi potrebbe facilmente richiedere metà della vostra giornata. Il tempo vola una volta che si vaga attraverso i cortili, si gode la splendida vista sul Bosforo, e si esplora il tesoro con cose come abiti tradizionali, armi, antiche miniature e importanti manoscritti.

La sua bellezza e l’importanza storica lo rendono una visita obbligatoria in qualsiasi itinerario di Istanbul. Il Palazzo Topkapi si trova nel quartiere Fede di Istanbul, vicino ad altri famosi punti di riferimento della Turchia, come la Moschea Blu e Hagia Sophia. Infatti, fa parte delle aree storiche UNESCO di Istanbul.

Il Palazzo Topkapi è a pochi passi dalla stazione del tram Sultanahmet. Se hai intenzione di visitare anche altri musei, potresti considerare l’acquisto del pass per i musei di Istanbul per risparmiare sul costo dei biglietti d’ingresso e per saltare le lunghe file di attesa per comprare i biglietti.

Esplorato da Ellis di Backpack Adventures

attrazioni turistiche della Turchia - Palazzo Topkapi

Castello di Uchisar

La Cappadocia, una zona della Turchia famosa per le sue formazioni rocciose ultraterrene, è uno dei luoghi più popolari da visitare nel paese.

La maggior parte dei turisti conosce i giri in mongolfiera e i camini delle fate che sono un’icona della destinazione, ma un’altra attrazione da non perdere è l’imponente Castello di Uchisar. Questo è il punto più alto della Cappadocia, e vi darà il miglior punto di vista della zona circostante!

Questo castello è affascinante, in quanto è stato sviluppato dalla roccia naturale, ma è stato utilizzato per scopi di castello tradizionale dal 15° secolo. Nel corso dei secoli, gli eserciti hanno sorvegliato la Cappadocia contro il nemico dalla cima di questo castello. Era anche un importante posto di scambio su una delle vie della seta.

Oggi, molte delle stanze del castello di Uchisar sono usate come piccionaie. Gli agricoltori raccolgono gli escrementi dei piccioni che dimorano in queste case e li usano come fertilizzante naturale. Come turista, potrai salire le scale principali e salire sul tetto del castello, dove potrai godere della migliore vista della Cappadocia; i camini delle fate si stendono sotto di te con lo sfondo dell’imponente monte Erciyes.

Uchisar è un piccolo villaggio con un sacco di posti per mangiare ed è una breve corsa in autobus o un’escursione da Göreme. Vi consiglio di fare l’escursione se potete; le viste sono spettacolari. Mentre il paesaggio è magico in qualsiasi momento dell’anno, se visitate la Turchia in inverno, sarete graziati da un incantevole paesaggio innevato che aggiunge solo soggezione alla Cappadocia.

Da Claire di Claire’s Footsteps

luoghi da visitare in Turchia - Castello di Uchisar

Lago Van

Sul lato est della Turchia, non lontano dal confine con l’Iran, il lago Van si trova ad un’altezza di 1720m. È il più grande lago della Turchia e il secondo lago più grande del Medio Oriente. Gli armeni che vivevano qui (prima del genocidio) hanno descritto la bellezza di questa zona in una semplice frase: “Van in questa vita, paradiso nella prossima”.

Girando intorno al lago, si possono visitare alcuni dei numerosi siti antichi urartei, o si può prendere un traghetto per una delle isole.

L’isola di Karpanak, che ospita stormi di gabbiani, è una destinazione perfetta per gli amanti della natura e i fotografi. Quest’isola, come molti altri luoghi intorno al lago, una volta era abitata dagli armeni e ospita ancora il monastero armeno bruciato Ktutsis. Il monastero è chiuso ai visitatori.

Per visitare un monastero armeno molto bello, si può andare all’isola Akdamar, probabilmente l’isola più visitata del lago. La chiesa è ancora aperta e, se siete fortunati, potrete assistere alla tradizionale cerimonia di matrimonio nella chiesa.

L’isola di Akdamar è un ottimo posto per una gita di un giorno dove si possono immergere i piedi nell’acqua e ammirare la storia. Ci sono un paio di ristoranti e sentieri per passeggiate intorno all’isola.

Non ci sono quasi voli diretti dalle città europee a Van, ma ci sono frequenti voli giornalieri da molte città turche, compresa Istanbul. Ci sono vari alloggi e hotel a prezzi accessibili nella città di Van, la più importante città dell’est.

Esplorato da Mansoureh Farahani di Travel With Mansoureh

luoghi turchi da visitare - Lago di Van

15 famosi punti di riferimento della Turchia per pianificare i tuoi viaggi! 🇹🇷15 luoghi famosi della Turchia per pianificare i tuoi viaggi! 🇹🇷

Vuoi vedere di più
nei tuoi viaggi?

Fatti ispirare da questi incredibili itinerari turistici di più giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.