Site Overlay

3 trattamenti per le occhiaie periorbitali

Ricercatori che hanno confrontato la terapia carbossilica, la buccia chimica e la mesoterapia con vitamina C per il trattamento delle occhiaie periorbitali hanno trovato tutti e tre efficacemente ridotto la pigmentazione, ma la mesoterapia ha avuto un leggero vantaggio nei risultati e nella soddisfazione del paziente, secondo uno studio pubblicato nel febbraio 2019 sul Journal of Cosmetic Dermatology.

I ricercatori hanno studiato 45 pazienti donne con iperpigmentazione periorbitale in una clinica dermatologica ambulatoriale del Cairo, in Egitto. Hanno raggruppato le pazienti (15 in ogni gruppo) in base al trattamento ricevuto, con il gruppo A che riceveva la terapia carbossilica; il gruppo B che riceveva un peeling chimico a base di acido lattico al 15% combinato con acido tricloroacetico al 3,75%; e il gruppo C che riceveva la mesoterapia a base di vitamina C.

La terapia carbossilica prevedeva l’iniezione intradermica e sottocutanea di CO2 nelle palpebre superiori e inferiori una volta alla settimana per cinque settimane. Il trattamento di peeling chimico del gruppo B ha causato un danno controllato seguito da una rigenerazione dei tessuti cutanei. Nel gruppo C, i ricercatori hanno trattato 15 pazienti con mesoterapia, estraendo la vitamina C da una fiala che includeva acido ascorbico, acqua/acqua e EDTA disodico. Hanno iniettato circa 10 mL intra-epidermicamente in entrambe le palpebre inferiori, ripetendo il trattamento mesoterapico cinque volte a intervalli di una settimana, secondo lo studio.

Non hanno trovato differenze statisticamente significative tra i trattamenti nel grado di miglioramento o soddisfazione del paziente dopo il trattamento. Ma secondo una tabella di studio pubblicata, ci sono state leggere differenze nei risultati. Per esempio, tre pazienti nel gruppo della carbossimetilazione non hanno riportato alcun miglioramento e zero hanno riportato una soddisfazione eccellente, mentre solo uno dei 45 pazienti del gruppo della mesoterapia non ha riportato alcun miglioramento e cinque hanno riportato una soddisfazione eccellente. I pazienti del gruppo di mesoterapia erano anche i più propensi a riferire un eccellente miglioramento complessivo dal trattamento.

Le complicazioni del trattamento erano simili nei tre gruppi. I pazienti nel gruppo della terapia con il peeling chimico avevano maggiori probabilità di riportare dolore, edema ed ematoma. I pazienti che hanno ricevuto la terapia di peeling chimico per le occhiaie hanno riportato effetti collaterali minimi, tra cui prurito, eritema e secchezza. E i pazienti nel gruppo della mesoterapia si sono lamentati più frequentemente di una sensazione di bruciore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.