Site Overlay

Isentress

Come funziona questo farmaco? Cosa farà per me?

Raltegravir appartiene alla classe di farmaci chiamati antiretrovirali. E ‘utilizzato in combinazione con altri farmaci antiretrovirali per il trattamento dell’infezione da HIV negli adulti e nei bambini di almeno 2 anni di età, di peso di almeno 7 kg.

Funziona bloccando un enzima, HIV integrase, che il virus ha bisogno di fare più virus. Quando usato con altri farmaci antiretrovirali, raltegravir aiuta il sistema immunitario riducendo la quantità di HIV nel sangue e aumentando il numero di cellule CD4 o T.

Questo farmaco non cura l’infezione da HIV o l’AIDS e non riduce il rischio di trasmettere l’HIV ad altri attraverso il contatto sessuale o la contaminazione del sangue.

Questo farmaco può essere disponibile sotto diversi nomi commerciali e/o in diverse forme. Qualsiasi marchio specifico di questo farmaco potrebbe non essere disponibile in tutte le forme o approvato per tutte le condizioni discusse qui. Inoltre, alcune forme di questo farmaco non può essere utilizzato per tutte le condizioni discusse qui.

Il medico può aver suggerito questo farmaco per le condizioni diverse da quelle elencate in questi articoli di informazione sul farmaco. Se non avete discusso questo con il vostro medico o non siete sicuri del perché state prendendo questo farmaco, parlate con il vostro medico. Non smettere di prendere questo farmaco senza consultare il medico.

Non dare questo farmaco a chiunque altro, anche se hanno gli stessi sintomi come te. Può essere dannoso per le persone di prendere questo farmaco se il loro medico non lo ha prescritto.

Che forma(i) è disponibile questo farmaco?

compressa masticabile

25 mg
Ogni compressa di colore giallo pallido, rotonda, a facce piane, con bordi smussati, con il logo Merck su un lato e “473” sull’altro, contiene 27,16 mg di raltegravir come sale di potassio, equivalente a 25 mg di raltegravir. Ingredienti non medicinali: idrossido di ammonio, crospovidone, etilcellulosa 20 cP, fruttosio, idrossipropilcellulosa, ipromellosa 2910/6cP, macrogol/PEG 400, magnesio stearato, mannitolo, trigliceridi a catena media, monoammonio glicirrizinato, aromi naturali e artificiali (arancia, banana e mascheramento), acido oleico, fenilalanina (come parte del dolcificante artificiale, aspartame), sodio saccarina, sodio citrato diidrato, sodio stearil fumarato, sorbitolo, sucralosio e ossido di ferro giallo.

100 mg
Ogni compressa di colore arancione pallido, ovale, incisa, con il logo Merck su un lato dell’incisione e “477” sull’altro lato della compressa contiene 108,6 mg di raltegravir come sale di potassio, equivalente a 100 mg di raltegravir. Ingredienti non medicinali: idrossido di ammonio, crospovidone, etilcellulosa 20 cP, fruttosio, idrossipropilcellulosa, ipromellosa 2910/6cP, macrogol/PEG 400, magnesio stearato, mannitolo, trigliceridi a catena media, monoammonio glicirrizinato, aromi naturali e artificiali (arancia, banana, e mascheramento), acido oleico, fenilalanina (come parte del dolcificante artificiale, aspartame), sodio saccarina, sodio citrato diidrato, sodio stearil fumarato, sorbitolo, sucralosio, ossido di ferro giallo, e ossido di ferro rosso.

Tablet

400 mg
Ogni compressa rosa, ovale, rivestita con film e contrassegnata con “227” su un lato contiene 434,4 mg di raltegravir potassio come sale, equivalente a 400 mg di raltegravir. Ingredienti non medicinali: cellulosa microcristallina, lattosio monoidrato, calcio fosfato bibasico anidro, ipromellosa 2208, poloaxamer 407 (contiene butilidrossitoluene come antiossidante), sodio stearil fumarato, magnesio stearato; rivestimento della pellicola: alcol polivinilico, biossido di titanio, polietilenglicole 3350, talco, ossido di ferro rosso e ossido di ferro nero.

600 mg
Ogni compressa gialla, ovale, rivestita con film, con impresso il logo Merck e “242” su un lato, contiene 651,6 mg di raltegravir potassio come sale, equivalente a 600 mg di raltegravir. Ingredienti non medicinali: sodio croscarmellosa, ipromellosa 2910, magnesio stearato, cellulosa microcristallina; rivestimento della pellicola: ossido di ferro nero, cera carnauba, ipromellosa 2910, ossido di ferro giallo, lattosio monoidrato, biossido di titanio e triacetina.

Come devo usare questo farmaco?

La dose abituale di raltegravir per adolescenti e adulti è una compressa da 400 mg, presa per bocca, 2 volte al giorno o due compresse da 600 mg prese una volta al giorno. La dose delle compresse masticabili per i bambini di più di 2 anni ma meno di 12 anni è basata sul peso corporeo del bambino. Non passare tra le compresse da 400 mg, 600 mg compresse, o le compresse masticabili senza verificare con il medico prima.

Molte cose possono influenzare la dose di un farmaco che una persona ha bisogno, come il peso corporeo, altre condizioni mediche, e altri farmaci. Se il medico ha raccomandato una dose diversa da quelle elencate qui, non cambiare il modo in cui si sta prendendo il farmaco senza consultare il medico. È importante prendere questo farmaco esattamente come prescritto dal medico. La quantità di virus HIV nel sangue può aumentare se questo farmaco viene interrotto anche per un breve periodo di tempo. Prendendo questo farmaco esattamente come prescritto diminuirà anche la possibilità di resistenza al farmaco (cioè, il farmaco smette di lavorare per combattere l’HIV).

Se si salta una dose, prendere il più presto possibile e continuare con il vostro programma regolare. Se è quasi ora per la dose successiva, saltare la dose dimenticata e continuare con il vostro programma di dosaggio regolare. Non prenda una doppia dose per compensare quella mancata. Se non siete sicuri di cosa fare dopo aver saltato una dose, contattate il vostro medico o farmacista per consiglio.

Conservate questo farmaco nella sua confezione originale a temperatura ambiente e tenetelo fuori dalla portata dei bambini. Tenere l’essiccante nel flacone per proteggerlo dall’umidità.

Non smaltire i farmaci nelle acque di scarico (ad esempio, giù per il lavandino o nella toilette) o nei rifiuti domestici. Chiedete al vostro farmacista come smaltire i farmaci che non sono più necessari o sono scaduti.

Chi NON deve prendere questo farmaco?

Non prendete raltegravir se siete allergici a raltegravir o a uno qualsiasi degli ingredienti del farmaco.

Quali effetti collaterali sono possibili con questo farmaco?

Molti farmaci possono causare effetti collaterali. Un effetto collaterale è una risposta indesiderata a un farmaco quando è preso in dosi normali. Gli effetti collaterali possono essere lievi o gravi, temporanei o permanenti.

Gli effetti collaterali elencati di seguito non sono sperimentati da tutti coloro che prendono questo farmaco. Se siete preoccupati per gli effetti collaterali, discutere i rischi ei benefici di questo farmaco con il medico.

I seguenti effetti collaterali sono stati riportati da almeno l’1% delle persone che prendono questo farmaco. Molti di questi effetti collaterali possono essere gestiti, e alcuni possono andare via da soli nel tempo.

Contattare il medico se si verificano questi effetti collaterali e sono gravi o fastidiosi. Il vostro farmacista può essere in grado di consigliarvi sulla gestione degli effetti collaterali.

  • dolore addominale
  • dolore alla schiena
  • tosse
  • diarrea
  • difficoltà a dormire
  • capogiri
  • fatica
  • febbre
  • mal di testa
  • bruciore di stomaco
  • irritazione nasale e della gola
  • nausea
  • rash
  • tremore
  • vomito

Anche se la maggior parte di questi effetti collaterali elencati di seguito non accadono molto spesso, potrebbero portare a gravi problemi se non si cerca l’attenzione del medico.

Contattare il medico il più presto possibile se uno qualsiasi dei seguenti effetti collaterali si verificano:

  • diminuzione della coordinazione
  • diminuzione della concentrazione
  • segni di anemia (bassi globuli rossi; es, vertigini, pelle pallida, insolita stanchezza o debolezza, respiro corto)
  • segni di problemi di coagulazione (per esempio, insolita perdita di sangue dal naso, lividi, sangue nelle urine, tosse con sangue, gengive sanguinanti, tagli che non smettono di sanguinare)
  • segni di depressione (per esempio scarsa concentrazione, cambiamenti di peso, cambiamenti nel sonno, diminuzione dell’interesse per le attività, pensieri di suicidio)
  • segni di infezione (es. febbre, brividi, mal di gola, afte, tosse)
  • segni di problemi renali (es. nausea, perdita di appetito, debolezza, passare poca o nessuna urina, respiro corto)
  • segni di problemi al fegato (es, nausea, vomito, perdita di appetito, sensazione di malessere, febbre, prurito, ingiallimento della pelle o del bianco degli occhi, urine scure)
  • difficoltà di parola
  • debolezza muscolare inspiegabile, tenerezza o dolore

Interrompere l’assunzione del farmaco e cercare immediatamente assistenza medica se si verifica uno dei seguenti casi:

  • forte dolore al petto
  • segni di una grave reazione allergica (es.g., crampi addominali, difficoltà di respirazione, nausea e vomito, o gonfiore del viso e della gola)
  • segni di una grave reazione cutanea (ad esempio, vesciche, peeling, un rash che copre una vasta area del corpo, un rash che si diffonde rapidamente, o un rash combinato con febbre o disagio)

Alcune persone possono verificare effetti collaterali diversi da quelli elencati. Controllare con il medico se si nota qualsiasi sintomo che ti preoccupa mentre si sta prendendo questo farmaco.

Ci sono altre precauzioni o avvertenze per questo farmaco?

Prima di iniziare a prendere un farmaco, assicuratevi di informare il medico di tutte le condizioni mediche o allergie che si possono avere, tutti i farmaci che si stanno prendendo, se sei incinta o in allattamento, e qualsiasi altro fatto significativo sulla vostra salute. Questi fattori possono influenzare come si dovrebbe prendere questo farmaco.

Sindrome da ipersensibilità: Una grave reazione allergica chiamata sindrome da ipersensibilità si è verificata per alcune persone con l’uso di raltegravir. Questa reazione coinvolge diversi organi del corpo e può essere fatale se non viene trattata rapidamente. Smettete di prendere il farmaco e ottenete assistenza medica immediata se avete i sintomi di una grave reazione allergica, tra cui febbre, ghiandole gonfie, ingiallimento della pelle o degli occhi, o sintomi simili all’influenza con eruzione cutanea o vesciche.

Sindrome infiammatoria da ricostituzione immunitaria: Questo farmaco può causare la sindrome infiammatoria da ricostituzione immunitaria, dove appaiono segni e sintomi di infiammazione da infezioni precedenti. Questi sintomi si verificano subito dopo l’inizio della terapia anti-HIV e possono variare. Si pensa che si verifichino come risultato del miglioramento del sistema immunitario che è in grado di combattere le infezioni (ad esempio, polmonite, herpes o tubercolosi) che sono state presenti senza sintomi. Riferisca immediatamente qualsiasi nuovo sintomo al suo medico.

Dolore muscolare: Occasionalmente, raltegravir causa la rottura dei tessuti muscolari, che può essere fatale. Riferisca qualsiasi sintomo di dolore muscolare grave e inspiegabile al suo medico il più presto possibile.

Fenilchetonuria (PKU): Le persone con fenilchetonuria, un disturbo in cui il corpo non può scomporre l’aminoacido fenilalanina, non devono usare le compresse masticabili. Il dolcificante artificiale contenuto nelle compresse masticabili contiene fenilalanina e sarà dannoso per chi è affetto da PKU.

Reazioni cutanee: Raltegravir può causare eruzione cutanea o prurito con o senza eruzione. In rare occasioni, le persone che assumono raltegravir sperimentano una grave reazione cutanea che può essere pericolosa per la vita. Se si verifica un’eruzione cutanea che peggiora, o si sviluppa in vesciche o piaghe sulle labbra o sugli occhi, o copre una vasta area del corpo, contattare immediatamente il medico.

Gravidanza: Non ci sono studi che valutano l’uso di questo farmaco da parte delle donne in gravidanza. Questo farmaco non è raccomandato durante la gravidanza. Se si diventa incinta durante l’assunzione di questo farmaco, contattare immediatamente il medico.

Allattamento: Non è noto se questo farmaco passa nel latte materno. Tuttavia, l’allattamento al seno non è raccomandato per le donne HIV-positive poiché il virus può essere trasmesso al bambino attraverso il latte materno.

Bambini: La sicurezza e l’efficacia dell’uso di questo farmaco non sono state stabilite per i bambini di età inferiore ai 2 anni.

Quali altri farmaci potrebbero interagire con questo farmaco?

Ci può essere un’interazione tra raltegravir e uno dei seguenti farmaci:

  • idrossido di alluminio
  • bezafibrato
  • carbonato di calcio
  • etravirina
  • fenofibrato
  • fosamprenavir
  • gemfibrozil
  • sali di magnesio (es.g., citrato di magnesio, solfato di magnesio)
  • orlistat
  • inibitori della pompa protonica (per esempio, lansoprazolo, omeprazolo)
  • rifabutina
  • rifampicina
  • farmaci anticolesterolo “statine” (per esempio atorvastatina, lovastatina, simvastatina)
  • tipranavir
  • zidovudina

Se sta prendendo uno di questi farmaci, parli con il suo medico o farmacista. A seconda delle circostanze specifiche, il medico può desiderare di:

  • smettere di prendere uno dei farmaci,
  • cambiare uno dei farmaci per un altro,
  • cambiare come si sta prendendo uno o entrambi i farmaci, o
  • lasciare tutto come è.

Un’interazione tra due farmaci non sempre significa che si deve smettere di prendere uno di loro. Parlate con il vostro medico di come tutte le interazioni farmacologiche sono gestite o dovrebbero essere gestite.

I farmaci diversi da quelli elencati sopra possono interagire con questo farmaco. Informi il medico o il prescrittore di tutti i prescrizione, over-the-counter (senza prescrizione), e farmaci a base di erbe che stai prendendo. Anche dire loro di tutti gli integratori che si prende. Dal momento che la caffeina, l’alcol, la nicotina dalle sigarette, o droghe di strada può influenzare l’azione di molti farmaci, si dovrebbe lasciare il vostro prescrittore sapere se si usa loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.