Site Overlay

L’Egitto apre al pubblico la piramide “piegata” di Sneferu a Dahshur

di Aidan Lewis

3 Min Read

DAHSHUR, Egitto (Reuters) – L’Egitto ha aperto ai visitatori sabato la piramide “piegata” costruita per il faraone Sneferu, una struttura di 101 metri a sud del Cairo che segna un passo fondamentale nell’evoluzione della costruzione delle piramidi.

Slideshow ( 9 immagini )

I turisti saranno ora in grado di scendere uno stretto tunnel di 79 metri da un ingresso rialzato sulla parete nord della piramide, per raggiungere due camere in profondità nella struttura di 4.600 anni.

Saranno anche in grado di entrare in una adiacente “piramide laterale” alta 18 metri, forse per la moglie di Sneferu, Hetepheres, aperta per la prima volta dal suo scavo nel 1956.

La piramide “piegata” è una delle due costruite per il faraone fondatore della quarta dinastia Sneferu a Dahshur, all’estremità meridionale della necropoli di Memphis che inizia a Giza. I primi 49 metri, che hanno in gran parte mantenuto il loro involucro di calcare liscio, sono costruiti con un ripido angolo di 54 gradi, prima di assottigliarsi nella sezione superiore.

La forma angolare contrasta con i lati diritti della Piramide Rossa di Sneferu appena a nord, la prima delle piramidi completamente formate dell’antico Egitto e il passo successivo verso la Grande Piramide di Giza.

Gli architetti hanno cambiato l’angolo quando le crepe hanno cominciato ad apparire nella struttura, ha detto Mostafa Waziri, segretario generale del Consiglio Supremo delle Antichità egiziane.

“Sneferu ha vissuto molto a lungo… gli architetti volevano raggiungere la forma completa, la forma della piramide”, ha detto Mohamed Shiha, direttore del sito di Dahshur.

“Esattamente dove fu sepolto – non siamo sicuri di questo. Forse in questa piramide (piegata), chi lo sa?”

Le autorità stanno cercando di promuovere il turismo a Dahshur, circa 28 km (17 miglia) a sud del Cairo centrale. Il sito si trova nel deserto aperto, attira solo un rivolo di visitatori, ed è libero dai venditori e dal trambusto di Giza.

All’apertura delle piramidi, gli archeologi hanno presentato mummie del tardo periodo, maschere, strumenti e bare scoperte durante gli scavi che sono iniziati vicino alle piramidi di Dahshur l’anno scorso e devono continuare.

“Quando stavamo portando fuori quegli oggetti, abbiamo trovato… una zona molto ricca di tombe nascoste”, ha detto Waziri.

La promozione di Dahshur fa parte di una spinta più ampia per aumentare il turismo, un’importante fonte di entrate estere per l’Egitto che è sceso bruscamente dopo la rivolta del 2011 prima di riprendersi gradualmente.

Gli archeologi hanno anche svelato la vicina tomba di Sa Eset, un supervisore di piramidi nel Medio Regno, che è stato chiuso dal suo scavo nel 1894 e contiene testi funerari geroglifici finemente conservati.

Gli ambasciatori stranieri invitati ad assistere agli annunci archeologici sono stati condotti sudando negli spazi stretti della tomba, che non dovrebbe essere aperta al pubblico per altri due anni.

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.